COS'E' DAVVERO LO YOGA

Lo Yoga...molto e' stato detto su questo tema, ma ancora in occidente, spesso, il suo vero significato rimane sepolto sotto alla polvere dell'indifferenza...facendo perdere il giusto valore a questa disciplina che invece puo' donarci davvero tanto.

Le sue origini emergono dalle nebbie del passato attraverso una leggenda pervenutaci dalla vasta mitoligia appartenente al mondo Indiano.

Per raccontare questa leggenda dobbiamo partire dicendo che il protagonista, Matsyendra e' un personaggio reale, nonostante cio', le gesta della sua vita si sono tramandate mediante alcune storie che ci raccontano come da bambino, fu gettato nell'oceano indiano a causa della sua nascita in corrispondenza di congiunture astrali infauste. Venne così ingoiato da un pesce gigante, all'interno del quale sopravvisse e dove restò per molto tempo.

Narra la leggenda che un giorno il Dio Shiva decise di insegnare tutti i segreti dello yoga alla sua sposa Parvati.

Impegnati nella conversazione non si accorsero pero' che vicino a loro, c’èra un pesce che, senza farsi notare, rimase fermo ed in ascolto per tutto il tempo: questo era proprio il pesce che ospitava nel suo stomaco Matsyendra, il quale, ascolto' attentamente tutte le sagge parole nonche' i preziosi consigli che le due divinita' si stavano scambiando.

Quando i due dei si accorsero della presenza dell'intruso era oramai troppo tardi e il pesce si era già dileguato, facendo sparire le sue tracce, ma permettendo al suo ospite di portare con sé tutto quello che aveva appreso.

Trascorsero giorni, mesi, anni, e Matsyendra continuava ad interiorizzare ed applicare sempre piu' affondo cio' che aveva udito per caso dalla bocca di Shiva. Trascorsero 12 linghi anni e fu cosi', che passando attraverso le tappe di questo percorso evolutivo ed applicando la pratica dello Yoga, alla fine egli uscì dalla pancia del pesce come un maestro illuminato.

Nacque cosi il primo yogi della storia e grazie ad esso la scienza dello yoga fu conosciuta dall’essere umano.

In tutto cio' i significati esotercici possono essere molteplici, in questo caso sopratutto il modo in cui Matsyendra impara l'arte dello yoga...praticamente in un grembo...dove cresce, si sviluppa, un luogo profondo, umido e buio dove entra in contatto con se stesso, con le proprie paure, impara a conoscersi e a sviluppare le peroprie capacita' nel modo giusto, avendo in questo modo la possibilità di accedere al potere interiore e di sviluppare la consapevolezza.

Ed e' proprio qui che possiamo tornare a noi...perche' per spiegare lo Yoga ci sono molti modi ma solo praticando potrai capire davvero il valore che puo' avere nella tua quotidianita'.

La Consapevolezza a cui ci portera' la pratica in questa disciplina,una volta acquisita, ci sara' davvero di aiuto nel mantenere il controllo sulle nostre sensazioni e pulsioni, a rimettere in circolo l’energia vitale con il movimento del corpo, ad armonizzare sia il corpo con la mente, sia l’individuo con l’universo e la sua energia, attraverso la meditazione.

Da noi in occidente lo yoga viene inteso generalmente, come una pratica che può portare benessere. Di tipologie di Yoga ce ne sono molte e tutte differenti ma hanno tutte come base l'Hata Yoga, ovvero quella disciplina che si basa principalmente su esercizi di respirazione ed esercizi fisici. Le pratiche di Pranayama (del respiro), servono per imparare a tenere sotto controllo sia la mente che il corpo, le Asana (posizioni) mettono in moto tutti i muscoli e le varie strutture del corpo, donando forza ed elasticita' anche a muscoli che raramente vengono utilizzati. La staticità di queste posizioni consente di controllare la frequenza e la profondità del respiro; La lentezza dei movimenti e la fissità delle posizioni aiutano a rilassarsi, a sviluppare l'equilibrio, a conoscere e capire il funzionamento del corpo ed a creare un collegamento piu' stabile con la mente. Possiamo poi ampliare questa visione dello Yoga approfondendo la visione tradizionale orientale, dove questo tipo di pratica e di movimenti porta a liberare i nostri Nadi (canali energetici) e Chakra (centri di energia vitale) che attraversano il corpo permettendo il fluire del Prana (energia vitale) che possiamo assorbire dal mondo che ci circonda e necessario a mantenere uno stato di salute. Percio' semplificando molto, possiamo affermare che lo Yoga serve per raggiungere uno stato molto alto di benessere sia fisico che mentale.

Molto importante da sottolineare e' che lo yoga è una pratica adatta a tutti perché può essere eseguita in modo adeguato alle proprie capacità fisiche, adattata ai tempi ed alle esigenze di ogni persona, purché svolta sotto la guida di un maestro esperto; perche' il maestro, dopo avere conosciuto le caratteristiche e le patologie di ciascun praticante, dovra' saper proporre posizioni con un grado di difficoltà adeguato, indicare tempi e modi della loro esecuzione e anche sconsigliare le posizioni che potrebbero nuocere se di fronte ad una determinata patologia.

Possiamo ora dire di aver capito davvero che cos'e' lo Yoga?o cosa non e'...e' bene chiarire anche questo perche' a volte c'e' il rischio di potersi confondere...

Percio'...Lo Yoga NON è una religione,non ti impone un credo o dei dogmi, lo yoga non è uno sport, non è contorsionismo e non è nemmeno una setta...ma possiamo al contrario affermare che lo Yoga E'...



Lo Yoga è uno stile di vita,

Lo Yoga è sviluppo delle tue potenzialita' sia fisiche che mentali,

Lo Yoga è avere rispetto per noi stessi, per i nostri simili e per ogni altra forma di vita,

Lo Yoga è integrazione con la natura, con il mondo a cui apparteniamo,

Lo Yoga è appartenenza, centramento, conoscenza,

Lo Yoga è una scienza che studia i processi del nostro corpo e della nostra mente, che ci spiega come unire questi due aspetti per sfruttare le nostre potenzialita' e sviluppare una coscienza superiore,

Lo Yoga è PROVARE PER CREDERE, e' una disciplina che ti invita a provare su te stesso, non ti da dogmi o verita' statiche in cui credere.

Lo Yoga sveglia la nostra voglia di conoscere,

Lo Yoga ci insegna che "LA FORZA E' DENTRO DI NOI!", non dobbiamo cercare fuori quello che in realta' abbiamo dentro, Ci parla dell'esistenza di una forza superiore, una forza creatrice, dell'importanza di riconoscerci come parte di essa, dobbiamo essere in coerenza con essa, in connessione, ma non e' qualcosa da idolatrare...non e' una figura da far diventare divina...va rispettata, ringraziata, capita, integrata in noi...dobbiamo ricordarci che ne facciamo parte...che noi siamo luce, e la sua luceche e' la nostra luce, Il suo potere e' il nostro potere...siamo collegati, connessi ad essa, siamo con lei una cosa sola!

Sono oramai davvero numerosi gli studi scientifici che ci danno delle prove riguardo l'efficacia effettiva che la pratica dello Yoga ci sa donare. E' pur vero che ci vogliono una buona dose di impegno, dedizione, e determinazione, per poter portare dei cambiamenti nella propria vita ma la cosa migliore e' che lo yoga si può praticare ovunque ed in qualsiasi momento, anche solo 10 o 15 minuti al giorno di pratica possono essere sufficienti per godere dei suoi benefici, iniziando a comprenderne l'importanza e la necessita'.

Io ad esempio, mi sono avvicinata alla pratica dello yoga un po per curiosita', perche' mi affascinava la filosofia che sta dietro alla pratica ed in piu' la speranza di poter alleviare i disturbi che non mi lasciavano vivere tranquilla, come il mal di schiena, le emicranie, problemi alle ginocchia...ma non avevo riposto esattamente tutte le speranze in quest'unica possibilita'! Poi man mano che il tempo passava, le cose che ho studiato...ho capito che non solo lo yoga mi ha aiutata a ritrovare la forma fisica, raggiungere uno stato mentale piu' calmo, lucido e coerente, ma che mi ha anche aiutata a superare momenti non molto belli della mia vita imparando poi a valorizzare e godere dei momenti importanti, dando un significato piu' grande all'idea che prima avevo sul significato dell'esistenza, ha contribuito a farmi sentire in armonia con ciò che mi circonda, libera di poter appartenere alla natura che tanto ho sempre amato...ma in un modo diverso...piu' vero, molto piu' connesso. Non nascondo che sopratutto inizialmente non e' stato affatto facile, fare i conti con le limitazioni fisiche, e ancora di piu' con quelle della mia mente...scavalcare quegli stereotipi, quelle verita' preimposte con cui facciamo i conti ogni giorno, e ancora di piu' affrontando me stessa, affrontando quei lati di me, del mio carattere che non avrei mai voluto toccare, vedere, capire...ma con il tempo anche questo e' possibile, con il tempo impariamo a mettere tutto al posto giusto, impariamo che spesso nulla e' come sembra ma che a volte, nonostante la paura, alcune cose possono essere addirittura migliori di quello che crediamo...In fondo...non sempre diverso vuol dire peggiore...spesso dietro a questa parola si cela soltanto qualcosa di cui noi ancora non conosciamo meccanismi e significato, che una volta compresi scopriamo essere innoqui o comunque gestibili!

Per questo capisco che all'inizio possa essere difficile credere che una sola disciplina possa apportare tanti benefici, che possa essere difficile praticare con costanza, ma il bello dello Yoga e' che lascia ad ogniuno di noi i propri tempi, non serve imparare tutto oggi, allenarsi per 2 ore al giorno tutti i giorni...si inizia a praticare poco per volta se se ne vogliono davvero trarre benefici, per questo il mio invito non puo' che essere uno...Iniziate a praticare,poco per volta, con i vostri ritmi...mettetevi in cammino lungo questo graduale percorso fisico e mentale che conduce ogni uomo alla conoscenza di se stesso...non scoraggiatevi, non lasciate perdere, perche' vi perdereste davvero una delle migliori occasioni della vostra vita!

Auguro una buona giornata a tutti voi! seguite il mio blog per altri interessanti articoli e post!

Namaste, Samantha Zoanetti



 

3470162476

©2020 di Chandra Yoga. Creato con Wix.com