IL FLUSSO ENERGETICO ED IL SISTEMA DEI CHAKRA NEL CORPO UMANO

Aggiornato il: 5 giorni fa


L'essere umano e' davvero una creazione unica ed irripetibile, noi in quanto persone siamo davvero un modello inimitabile, la macchina umana creata millenni or sono fu davvero una delle piu' grandi opere ingengeristiche mai prodotte.

Molti sono oramai i secoli che abbiamo attraversato, oggi giorno, siamo tutti orgogliosi di cio' che la tecnologia e' stata in grado di produrre...confortevoli abitazioni ed utilissimi mezzi di trasporto, apparecchiature sempre piu' sofisticate, software all'avanguardia, e tutto questo e' davvero fantastico...c'e' solo un problema vero e proprio...tutto questo e' puramente fisico e materiale...il nostro stile di vita, il mondo che abbiamo eretto e contribuito ad erigere attorno a noi ha creato nel tempo, senza che neppure ce ne accorgessimo una gabbia...una grandissima e confortevole gabbia d'orata di cui spesso, pur vedendone i limiti e le sbarre, siamo grati di accettare, sentendoci sicuri e riparati.

Ma la natura umana e' qualcosa di piu' grande e immensamente unico, abbiamo perso la capacita' di poter accedere a potenzialita' e funzioni innate proprio per la nostra caduta nel materiale, ma attraverso la conoscenza e la consapevolezza siamo in grado di riscoprire cio' che per troppo tempo e' rimasto sotto alla polvere.

Conosciamo i sistemi che governano la nostra vita nel mondo fisico, sono quelli presi in considerazione dalla scienza, siamo tutti consapevoli dell'importanza che rivestono per la nostra vita il sistema circolatorio, respiratorio, linfatico, il sistema nervoso...ma non molti sanno che affianco a questi sistemi indispensabili ne troviamo un'altro, che chiama in causa non solo il nostro corpo fisico ma ci collega direttamente anche a quelli piu' astrali, coinvolgendo mente e corpo nel suo lavoro di connessione e unione.

Stiamo parlando del sistema Energetico, composto da piu' elementi che collaborando ed interagendo tra loro contribuiscono a dare all'essere umano quella natura superiore che gli appartiene da sempre di diritto.

Siamo nati con uno scopo piu' grande di quello che possiamo vedere ed immaginare oggi, ed anche se lo ricordiamo solo nel nostro inconscio, cio' ci fa continuare ogni giorno la ricerca di qualcosa di piu' profondo che vada oltre a questa nostra vita sulla terra.

Oggi focalizzeremo la nostra attenzione in particolare sul sistema dei Chakra.

Le prime testimonianze che troviamo scritte sul tema dei Chakra risalgono a circa 5000 anni fa, chiamati Veda, altri antichi testi dai quali trarre informazioni a riguardo sono sicuramente le Upanishad e piu' recentemente gli Yoga sutra di Patanjali.

CHAKRA e' un termine sanscrito che potremmo tradurre come RUOTA, SPIRALE, ma questi sono solo alcuni dei termini che possiamo utilizzare per descrivere cio' che si puo' percepire come connessioni bio-fisiche con la nostra anima.

Queste connessioni energetiche esistono in quanto la nostra anima, i nostri corpi astrali, sono collegati al nostro corpo fisico proprio attraverso questi canali. Riequilibrare le energie che scorrono nel nostro corpo significa riallineare tutte le funzioni predisposte per gli esseri che siamo, e' un passo verso il corretto utilizzo delle potenzialita' latenti in noi che attraverso la consapevolezza impariamo ad attivare ed utilizzare a nostro favore.

Nel corpo umano ci sono piu di 140 Chakra o centri di energia che interagiscono tra il corpo fisico e quello eterico attraverso i quali si crea uno scambio che trasmette e riceve energia spirituale, fisica ed emotiva.

I Chakra minori sono molti, mentre i maggiori sono 7 e risiedono lungo la colonna vertebrale, ovvero lungo il canale energetico Sushumna.

Attraverso la fisiologia moderna possiamo vedere i 7 Chakra corrispondere asattamente ai sette gangli nervosi che corrispondono alle principali ghiandole del sistema endocrino.

E' proprio attraverso la pratica dello yoga, accompagnata dalle tecniche di respirazione e meditazione, che l'essere umano puo' risvegliare ogni singolo chakra, riuscendo ad attivare la Kundalini, ovvero la sacra energia allegoricamente associata ad un serpente che dormiente aspetta di essere destata, risalendo poi dal Chakra della radice fino alla corona attivando ed espandendo la nostra coscienza ed i nostri sensi.

Ogni Chakra ha caratteristiche proprie differenti, con particolarita' fisiche, emozionali e spirituali che vanno ad influire sul nostro carattere, sui modi difare e divivere e sul nostro filo di pensiero.

E' bene attivare questo canale energetico in modo graduale e controllato, evitando di incappare in eventuali sfoghi o eccessi che potrebbero manifestarsi a seguito di un'apertura di determinati canali senza controllo e conoscenza. Sicuramente la consapevolezza e l'accettazione di noi stessi ha un ruolo fondamentale nella gestione del corpo energetico, pertanto e' bene sviluppare queste caratteristiche prima di accedere completamente a queste forze, le basi necessarie su cui poter reggere poi il lavoro che andremo a particare sui Chakra e sulle loro funzioni.

Ma iniziamo a conoscere meglio questo sistema di Chakra!


Ogni Chakra ha una propria energia, un proprio colore e delle proprie particolarita';

I maggiori Chakra sono 7, e vengono divisi principalmente in 3 parti:

I primi tre che incontriamo fanno parte del Triangolo basso, si fondono con la sfera fisica e rispondono ad impulsi e bisogni inviati dal nostro corpo, prevalentemente dalla sfera materiale. Corrispondono emotivamente a bisogni primari di appartenenza e sopravvivenza, al bisogno di interazione sociale ed accettazione personale.

Partendo dal basso, ovvero dalla base della colonna vertebrale, il primo Chakra che incontriamo e' Muladhara, il Chakra della radice che brilla di un rosso intenso, all'interno del quale e' contenuta dormiente l'energia a forma di serpente chiamata Kundalini.

Il secondo Chakra ha un colore arancione e lo troviamo in corrispondenza degli organi genitali, mentre il terzo ed ultimo Chakra appartenente a questo primo triangolo lo troviamo poco sopra l'ombelico, viene chiamato Svadhistana ed e' di colore giallo.

Troviamo poi il quarto Chakra che fa da perno, da punto di equilibrio nel corpo tra il triangolo basso che rispecchia le energie della terra su cui viviamo e quello alto che incanala invece le energie del cielo, le energie astrali. Questo Chakra brilla di una luce verde e si trova vicino al cuore, prendendo il nome di Anahata.

I Chakra che fanno parte del triangolo alto sono sempre tre, partendo dal colore azzurro di Vishuddha, che risiede nell area della gola, passando per il blu di Ajna situato nel terzo occhio tra le sopracciglia ed arrivando al Chakra della corona, poco sopra la nostra testa che risplende di una luce violetta o bianca, e risponde al nome di Sahasrara. Questi sono i tre Chakra che fanno parte del triangolo superiore e sono dediti nel gestire e combinare gli effetti di tutti e 7 i Chakra, accumulando, creando e raffinando l'energia.

Il quinto, sesto e settimo Chakra quindi trovano la loro corrispondanza nei piu sottili corpi astrali.

Questa e' la principale suddivisione del sistema dei Chakra, ma approfondiremo uno per volta nello specifico ognuno dei 7 centri energetici nei prossimi articoli!

Grazie a voi che seguite il Blog! se avete qualche domanda o perplessita' potete lasciare un commento! Torneremo presto sull'argomento aprofondendo ogni singolo Chakra e le sue funzioni.

Namaste'

S.Z.

 

3470162476

©2020 di Chandra Yoga. Creato con Wix.com