L'AUTUNNO, LO YOGA ED I CAMMINO VERSO IL NOSTRO CUORE

Aggiornato il: set 18


"L'autunno e' la stagione piu' dolce, e quello che perdiamo in fiori, lo guadagnamo in frutti".

Samuel Butler


L'estate e' quasi finita, il sole caldo e brillante lascia il posto ad un sole piu' tenue e dolce, le ombre si allungano e i colori diventano piu' caldi, piu' intensi. Sta arrivando l'autunno, una stagione allo stesso tempo malinconica e romantica, che ci giuda verso un cambio di equilibri, fisici e mentali.

Siamo esseri umani ed in quanto tali, siamo parte dellanatura e dei suoi cicli, anche se troppe volte ce lo dimentichiamo. In autunno la bellezza e giovinezza di fiori e piante svanisce, lasciando il posto a frutti maturi e tingendosi di quei colori che indicano riposo, si, proprio cosi', indicano il riposo di quella natura che in primavera e' nata, crescendo e maturando per tutta l'estate raggiungendo poi con l'autunno quella maturita' e saggezza associate proprio a questa stagione. La natura ci dice che dobbiamo rallentare, che sta arrivando il tempo del riposo, il tempo in cui dovremo impiegare le nostre energie per affrontare un viaggio interiore prima di rinascere nuovamente.


L’etimologia della parola autunno è connessa al verbo latino augere, col significato di “aumentare, arricchire”, il cui participio passato actus più la desidenza “mnus” danno origine al latino “autumnus” ma andando piu' a fondo, alle origini, si puo' rintracciare la radice sanscrita AV o AU, che esprime l’idea del “saziarsi” perche' in fondo, l’autunno è una stagione ricca di frutti che la natura e il lavoro dell’uomo hanno preparato.

L'autunno inizia tra il 22 e il 23 settembre, giorni in cui gli antichi festeggiavano l'equinozio.Il termine equinozio deriva dal latino “equi-noctis” e significa "notte uguale al giorno". In questi particolari giorni dell'anno le energie si bilanciano, come la notte ed il giorno, tutto appare in perfetto equilibrio, sospeso...in attesa, abbiamo la possibilita' di prenderci il nostro tempo e cercare di bilanciare anche le nostre stesse energie con quelle del mondo attorno a noi, trovando nuova stabilita' e coerenza nel perseguire obiettivi e scelte.

La morte annuale della natura e il risveglio delle forze interiori di volontà si bilanciano nell’equinozio d’autunno. Esso segna un’inversione di polarità nella manifestazione delle forze divine dentro e fuori di noi. Quando la luce del mondo si affievolisce, l’uomo puo' iniziare a percepire in se' quello che poco prima cercava solamente al di fuori nel momdo.

Molti sono i miti che si intrecciano con la realtà e con i ritmi vitali dell’uomo, che, fortunatamente, nonostante la tecnologia, continua a percepire, questo intimo e profondo legame con la natura.

Allegoricamente parlando possiamo immaginarci come un'albero, con i nostri piedi ben radicati nell'umida e fresca terra autunnale, la brezza accarezza i nostri rami, invitandoci a lasciare cadere le foglie, le energie si devono rinnovare, dobbiamo essere in grado di lasciare andare tutto cio' che ormai non ci serve piu' se vogliamo che dopo l'inverno possano iniziare a nascere e germogliare nuove possibilita'.

Questo periodo ci serve per preparare la nostra mente ad affrontare il percorso a cui ci condurra' il buio dell'inverno. Sono molto indicati in questo periodo gli esercizi di rilassamento e di meditazione, un lavoro graduale e profondo di studio e comprensione di noi stessi, aumentando la nostra consapevolezza. Dobbiamo imparare a dedicarci del tempo...per bersi un caffe, leggere un libro, ascoltare musica, fare una passeggiata, in autunno non c'e' cosa piu' bella che passeggiare nella natura che con i suoi colori ha un'effetto calmante sul nostro sistema nervoso! Fare un bagno caldo...insomma, qualsiasi cosa che possa farci sentire tranquilli, sicuri, coccolati.


Per noi che abbiamo intrapreso il difficile cammino dello Yoga e' tempo di concentrarci sulla prima triade di Chakra, ossia i primi tre Chakra del nostro sistema energetico, che con i loro colori (rosso, arancione e giallo) richiamano a pieno questo periodo particolare dell'anno.

Stiamo parlando di Muladhara Chakra, il Chakra della radice, situato alla base della nostra spina dorsale, raffigurato come un fiore di loto dai petali scarlatti a cui è associato il colore rosso. Muladhara è il chakra della Terra e della stabilità. È il chakra che sta a contatto con il suolo quando siamo seduti, che fa da ponte, collegandoci direttamente alla nostra madre terra, a cui tutti apparteniamo.

Questo chakra rappresenta il sostegno di tutto il corpo, psicologicamente legato a emozioni come la sicurezza e la gioia di vivere, la caratteristica principale di questo chakra è la sua durezza, motivo per cui gli esercizi su Muladhara favoriscono il rafforzamento e la stabilità di tutto l’organismo, sia in senso fisico che emotivo.

Poiche' generalmente e' consigliato dedicare particolare attenzione a Muladhara quando attraversiamo periodi di forti cambiamenti, (separazione, trasloco, inizio di una nuova attività, ecc...), e' di vitale importanza non trascurare questo aspetto, nemmeno durante i cambiamenti a livello energetico che attraversa la terra e con essa tutto il suo ecosistema, compresi noi! Il primo chakra ci collega al mondo fisico, creando un passaggio per la trasmissione delle stesse energie cosmiche che pervadono il terreno, consente a queste energie terrestri di raggiungere la nostra struttura sottile, dandoci cosi, la possibilita' di entrare in contatto con lo spirito della madre terra, attraverso la quale poi, saremo in grado di sentire la sua tranquillita', la sua pazienza, tutta la sua forza primordiale ed il suo amore.

Il secondo Chakra appartenenete alla triade inferiore e' Svadhistana Chakra, di colore arancione, il centro della nostra creativita' e sessualita'. Infatti questo chakra è collegato all’elemento acqua, origine di ogni forma di vita, e corrisponde alla sfera emotiva.

Poiche l’acqua sostiene e produce continuamente nuova vita. Viene spesso considerato come la sede effettiva di Shakti, l’aspetto femminile di Dio in forma di energia creatrice. Quando il chakra sacrale funziona e si muove in modo armonico, possiamo avvertire in tutto il corpo il flusso di energia vitale che inonda l’anima e la mente. Grazie a questo flusso energetico, ci sentiamo profondamente felici, radicati, parte della creazione, riempiendo cosi' la nostra vita di entusiasmo e di stupore. Stimolando in realta' non solo noi stessi ad essere piu' positivi ed aperti ma anche chi ci sta attorno!

Ed infine, ma non meno importante troviamo, con il suo colore giallo, Manipura Chakra, il Chakra del plesso solare. Il terzo chakra chiamato anche centro di comando. Fonte di forza, determinazione e volontà per affermare le proprie scelte. In questo chakra troviamo la sede la nostra volontà, la nostra determinazione, la capacità di non mollare un obiettivo e di perseguirlo fintanto che non lo abbiamo raggiunto. “Io voglio, io posso” è l’affermazione di questo chakra.

Riassumendo...Il primo chakra ci fornisce la radice, l'appartenenza a questo mondo; nel secondo chakra ci avviciniamo al mondo dell’altro; con il terzo chakra impariamo ad essere forti e decisi, ad usare il nostro potere, dando una direzione alla nostra vita in modo concreto e coerente. Abbiamo ora capito che questa triade e' davvero importante sotto tanti aspetti, sopratutto quello di appartenenza da cui possiamo costruire basi solide su cui poter lavorare e crescere.

Pertanto il nostro lavoro in questi mesi, sara' prevalentemente di preparazione all'inverno, sara' quello di avvicinarci e conoscere le energie che governano questi primi tre Chakra, in modo da poter sviluppare la giusta calma, chiarezza, forza e perseveranza mentale con cui poter poi affrontare la nostra parte piu' buia e nascosta durante il periodo della stagione invernale!

Seguici sulla nostra pagina facebook o istagram per stare aggiornato sugli eventi Yoga mindfulness organizzati per questa stagione autunnale!


Vi saluto lasciandovi con una bellissima frase di Elizabeth Lawrence:

"Ognuno dovrebbe trovare il tempo per sedersi e guardare la caduta delle foglie".

Namaste

Samantha Zoanetti






20 visualizzazioni
 

3470162476

©2020 di Chandra Yoga. Creato con Wix.com